Spedizione Gratuita Oltre i 75€!

Le Nostre Ricette — zucchero semolato

RSS
Torta della Nonna al Cioccolato

Torta della Nonna al Cioccolato

La torta della nonnaè una ricetta classica della pasticceria italiana: ottima sia come dolce da colazione che come goloso fine pasto, è un dolce molto versatile che nella sua semplicità riesce sempre a conquistare grandi e piccini. Un guscio di pasta frolla croccante ma friabile che racchiude un morbido ripieno di crema pasticcera, il tutto rifinito con pinoli tostati ed una generosa spolverata di...
Alberello di Biscotti alla Cannella

Alberello di Biscotti alla Cannella

Sembra ancora lontano, ma il Natale sta arrivando, e, se come me amate preparare dei regalini fatti in casa, è meglio prendersi con anticipo perché il tempo vola, e le feste passano veloci come un battito di ciglia...Tant'è che più di una volta mi è capitato di voler provare una nuova ricetta di Natale, salvo poi rendermi conto che le feste erano ormai passate! È successo così anche per questa ricetta: avevo gli stampini nel cassetto da parecchi anni, ma finora non ero mai riuscita a trovare il tempo per utilizzarli. Ma, come spesso accade, inaspettatamente è arrivata l'occasione giusta...Ho infatti avuto il privilegio di partecipare ad un progetto dell'azienda Samurai, famosa per i suoi spiedini ed accessori alimentari in legno. E così, con una teglia di biscottini glassati, uno spiedino Love e tanta fantasia, ho creato questo grazioso alberello di biscotti alla cannella. Perfetto per abbellire il centro tavola o la sala da pranzo durante le feste natalizie, l'alberello di biscotti può diventare anche un'originale idea regalo da donare ai vostri cari. Potete trovare la mia ricetta anche sul sito di Samurai - Ricette di Natale, insieme a tante altre bellissime e creative idee per rendere ancora più speciale il vostro Natale!


Per i biscotti:

- 350 g farina di mandorle ( o mandorle tritate finemente al mixer)
- 125 g zucchero semolato
- 125 g zucchero integrale di canna
- 1 cucchiaino e ½ di cannella in polvere
- 2 albumi
- 1 pizzico di sale
- qualche goccia di succo di limone

In una scodella versate la farina di mandorle, lo zucchero e la cannella e mescolate brevemente.

A parte sbattete con una forchetta gli albumi fino ad ottenere un composto ancora liquido ma con una bella schiuma in superficie. Aggiungete quindi il sale ed il succo di limone.

Versate il composto di albumi negli ingredienti secchi, mescolate con un mestolo finché il liquido non si sia assorbito e proseguite ad impastare a mano, fino ad ottenere un impasto compatto.

Se risulta troppo appiccicoso potete aggiungere poco zucchero a velo, o amido di mais ( ma solo lo stretto necessario per non rimanere attaccato alle mani ).

Formate un panetto rettangolare e mettete l’impasto coperto da pellicola a riposare in frigo per almeno una mezzora.

Riprendete quindi l’impasto e stendetelo tra due fogli di carta forno, o sul piano con un leggero spolvero di zucchero a velo, fino allo spessore di 5-6 mm.

Ritagliate quindi con dei cutter a forma di stella di dimensione decrescente i biscotti. Con un piccolo tagliapasta rotondo ritagliate anche dei dischetti, che serviranno da spessore tra una stella e l’altra nel montaggio dell’albero. Utilizzate l’impasto fino ad esaurimento, ritagliando con dei cutter quadrati o rettangolari altri biscottini che diventeranno dei graziosi pacchetti regalo da sistemare accanto all'albero.

Cuocete i biscotti così formati in forno statico a 150°C per circa 15-16 minuti: quando inizierete a sentire il profumo saranno pronti, vanno sfornati quando sono ancora abbastanza morbidi in superficie, si induriranno raffreddando.

Appena sfornati bucate il centro di ogni biscotto con uno stuzzicadenti fino ad ottenere un forellino abbastanza grande da contenere lo spiedino finale: non esagerate con il diametro, altrimenti le stelle risulteranno poco stabili.

Il glassaggio andrà fatto quando i biscotti saranno completamente freddi: se potete, preparateli con un giorno di anticipo e conservateli in una scatola di latta.

Per la glassa con polvere di meringa:
- 125 g zucchero a velo
- 25 g di polvere di meringa ( meringue powder o meringa tritata al mixer )
- 15 g di acqua ( variabile )
- qualche goccia di succo di limone

Setacciate lo zucchero a velo e la polvere di meringa. Aggiungete quindi il succo di limone e, poca per volta, l’acqua, mescolando con un frustino fino ad ottenere una crema fluida ed omogenea. La glassa è della giusta consistenza quando “scrive” e non affonda. Se troppo densa aggiungete pochissima acqua alla volta, se troppo liquida aggiungete, sempre in dosi minime, altro zucchero a velo.

Con una penna decoratrice ( o una sac a poche con bocchetta piccola) decorate i biscottini prima disegnando il bordo esterno, e poi andando a riempire il centro, lasciando però senza glassa il foro centrale. Prima che la glassa asciughi, completate la decorazione con della piccole palline argentate di zucchero.

Una volta glassati, lasciate riposare i biscotti almeno 3-4 ore (ancor meglio tutta la notte), prima di procedere con il montaggio dell’alberello. Nota bene: non è necessario glassare i piccoli tondini che faranno da spessore, perché saranno completamente nascosti dalle stelle.

Una volta che la glassa è ben asciutta procedete con il montaggio dell’alberello. Partite infilando la stella più piccola, e proseguite via via con le altre stelle, interponendo ad ogni livello i dischetti tondi. L’ultima ad essere inserita sarà la stella di base, che andrà poi ad appoggiarsi al piatto o vassoio.

Il vostro alberello di biscotti alla cannella è pronto: posizionate alcuni biscotti accanto all’albero e date libero sfogo alla vostra fantasia aggiungendo qualche accessorio così da rendere ancora più magica l’atmosfera! Buona cucina a tutti

Mini Peach Pie

Anche quest'estate i nostri alberi da frutto ci hanno regalato un raccolto meraviglioso! Da un paio d'anni abbiamo, tra gli altri, anche un pesco che produce dei frutti profumatissimi e molto saporiti. Inutile dire che quando ci si abitua a questi gusti intensi anche la più buona frutta in commercio non regge il confronto...Unico inconveniente, quando i frutti maturano lo fanno contemporaneamente, e non essendo trattati, hanno una durata piuttosto breve. E' però anche uno stimolo per andare alla ricerca di ricette nuove per poterli consumare in differenti modi. Per consumare le pesche quest'anno ho voluto provare una ricetta americana, la peach pie: un impasto simile alla pasta brisè farcito con una composta fresca di pesche. Al posto della classica torta ho optato per dei fagottini monoporzione. Mangiati ancora tiepidi appena usciti dal forno sono buonissimi, croccanti fuori e morbidi all'interno; e non parliamo dell'incredibile profumo che inonda la cucina e che vi conquisterà!


INGREDIENTI:
(per 9 monoporzioni)

Per l'impasto:
- 200 g farina 00
- 35 g zucchero semolato
- 140 g burro
- 45g acqua fredda

Per il ripieno:
- 420 g pesche
- 15 g limone
- 50 g zucchero di canna
- 8 g maizena
- 1 pizzico di sale
- 2 g di cannella

Per la finitura:
- 1 uovo
- latte q.b.
- zucchero di canna q.b.

Pelate e tagliate le pesche a cubetti e mettetele in una ciotola con il succo di limone. Aggiungete quindi lo zucchero, il sale, la maizena e la cannella. Versate tutto in una padella antiaderente e saltate a fuoco vivo per un paio di minuti; abbassate quindi la fiamma e cuocete per altri 4 - 5 minuti. Trasferite il ripieno in una ciotola e lasciate raffreddare.

Per l'impasto inserire nel frullatore la farina, lo zucchero ed il sale. Aggiungete quindi il burro freddo tagliato a cubetti, ed iniziate a frullare ad impulsi fino ad ottenere un composto bricioloso.

Azionate di nuovo il frullatore aggiungendo l'acqua ben fredda con le lame in movimento, e spegnere appena l'impasto inizia a prendere forma. Terminate di impastare brevemente a mano, stendete un disco di pasta, che andrà riposto in freezer per un'ora circa.

Trascorso il tempo di riposo stendete la pasta ad uno spessore di 4-5 mm e coppate dei dischi da 11-12cm. Potete impastare e tagliare anche gli scarti, o realizzare dei decori da applicare sulla superficie, fino ad esaurimento dell'impasto.

Una volta formati i dischi pennellate i bordi con una miscela di tuorlo e latte, farcite con il ripieno di pesche e richiudete a formare una mezza luna, sigillando bene con i rebbi di una forchetta.

Pennellate anche la superficie, e posizionate eventuali decori sui bordi; create quindi dei fori sulla superficie con un coltellino, e cospargete con zucchero di canna.

Sistemate le mini peach pie in una teglia ricoperta di carta forno e, se possibile, mettete in frigo mentre il forno raggiunge la temperatura. Infornate a 220°C e cuocete per 18-19 minuti, e comunque fino a doratura.

Le mini peach pie si conservano a temperatura ambiente per 2 giorni, in frigorifero per una settimana. Prima di servire riscaldatele a 190°C per 5 minuti, mangiate tiepide sono una vera delizia! Volendo potete anche congelare le peach pie crude ( senza decori e miscela uovo/latte ), e cuocere direttamente dal freezer, aumentando i tempi di cottura di 5 -6 minuti. Buona cucina a tutti!

Ti piacciono le mie ricette? 

Seguimi anche su Facebook!








Crostata Senza Cottura con Doppio Cioccolato e Caramello

Quest'anno al mare la mia piccola Gioia ha scoperto che oltre al cioccolato esistono altri buonissimi gusti, e si è letteralmente innamorata del gelato al toffee. "Allora mamma, per il mio compleanno prepari la torta al toffee", ed io, entusiasta che finalmente mi avesse fatto una richiesta diversa dalla solita "vorrei una torta marrone", ho accettato più volentieri. Salvo poi rendermi conto che avevo davvero poco tempo per trovare una ricetta che la potesse davvero soddisfare. E così ho optato per una crostata senza cottura, che ho pensato di farcire con una salsa mou, una cremosissima namelaka al cioccolato bianco, e di decorare con una mousse al cioccolato fondente, che un tocco di marrone comunque ci sta sempre bene ;) La crostata senza cottura è una torta semplice ed ideale per la stagione estiva; molto pratica, soprattutto se ci si organizza per tempo con le varie preparazioni, ed adatta per qualsiasi occasione di festa!



Per la base (diam. 26)
- 600 g di biscotti digestive ( o biscotti secchi)
- 300 g Burro fuso

In un pentolino sciogliete a fuoco basso il burro e lasciatelo intiepidire. Inserite nel mixer i biscotti secchi e tritateli fino ad ottenere un composto granuloso ma non troppo sottile. Aggiungete a questo punto il burro sciolto e mescolate fino ad ottenere un impasto umido e piuttosto compatto.

Distribuite i 2/3 sul fondo di uno stampo per crostate ( in silicone o con fondo amovibile ), e con l'ultimo 1/3 realizzate invece i bordi, cercando di compattare bene l'impasto. Mettete in freezer per circa 15 minuti, per poter estrarre più agevolmente la base per la vostra crostata senza cottura.

Potete preparare la base anche qualche giorno prima e lasciarla direttamente in freezer con lo stampo. La sformerete al momento dell'utilizzo.

Per la salsa Mou 
dal blog " I Dolci di Alice"
-100 g di zucchero
-100 g di panna fresca
-90 g di burro

In un pentolino fate sciogliere lo zucchero a fiamma moderata fino ad ottenere un composto liquido ed ambrato. Attenzione a non farlo bruciare, appena è dorato toglietelo immediatamente dal fuoco, altrimenti prenderà un retrogusto troppo amaro.

A parte portate quasi ad ebollizione la panna, e, una volta calda, versatela mescolando sullo zucchero sciolto. Rimettete sul fuoco per sciogliere eventuali grumi ed aggiungete, sempre a fuoco basso, il burro a cubetti, poco per volta, mescolando finchè non otterrete una crema omogenea.

Trasferite la salsa mou in un vasetto e lasciate raffreddare. Anche in questo caso la salsa può essere preparata con qualche giorno di anticipo e conservata in frigo fino all'utilizzo.

Per la namelaka:
Dal blog Dulcis in Forno
- cioccolato bianco caramellato 400 g
- panna fresca liquida 470 ml
- latte intero 235 ml
- sciroppo di glucosio 11 g
- gelatina in fogli 5 g (2,5 fogli)

Mettete per prima cosa in ammollo in acqua fredda i fogli di gelatina. Sciogliete quindi il cioccolato bianco, o a bagnomaria, o al microonde alla minima potenza ( ad intervalli di 20-30 secondi).

In un pentolino portate a bollore il latte ed aggiungetevi, a fuoco spento, il glucosio ed i fogli di gelatina ben strizzati. Versate quindi 1/3 del latte sul cioccolato sciolto, amalgamando con movimenti rapidi e dal centro verso l'esterno ( emulsione ). Una volta assorbito il latte procedete con il secondo 1/3, e, a seguire, on il restante latte.

Aggiungete quindi la panna liquida ed amalgamate. Emulsionate quindi la crema con frullatore ad immersione, ben fermo sul fondo senza muoverlo per evitare la formazione di bolle. La crema risulta molto liquida, va coperta con pellicola a contatto e lasciata riposare per almeno 10 ore, o tutta la notte, per poter poi essere utilizzata il giorno successivo.

In questo caso potete lasciarla riposare per la metà del tempo previsto, e quindi versarla, in stato semiliquido, nel guscio della crostata. Otterrete così una superficie perfettamente liscia, e la crema continuerà a riposare per il resto del tempo direttamente all'interno della torta.

Per la mousse al cioccolato fondente:
-400 g panna fresca
-160 g cioccolato al 60%
-40g acqua
- 2g gelatina ( 1 foglio )

Mettete in ammollo la gelatina in poca acqua fredda. In un barattolo dai bordi alti montate la panna con le fruste elettriche: la panna non dev'essere completamente montata, ma deve rimanere piuttosto lucida e non troppo compatta.

Sciogliete quindi il cioccolato, a bagnomaria o al microonde alla minima potenza con intervalli di 20 secondi. Portate a bollore l'acqua, spegnete ed aggiungete la gelatina ben strizzata. Mescolate vigorosamente con un frustino per sciogliere eventuali grumi.

Aggiungete quindi l'acqua al cioccolato sciolto ed iniziate ad incorporarla con movimenti veloci dal centro verso l'esterno ( emulsione ). Una volta ottenuto un composto liscio ed omogeneo, iniziate ad aggiungere, poca per volta, la panna montata, con movimenti delicati dal basso verso l'alto per evitare di smontare la mousse.

Riempite una sac a poche con bocchetta a stella e conservate in frigo fino al momento dell'utilizzo.

Assemblare il dolce:

Una volta che la namelaka è solida al punto giusto ( 5 ore circa) , ricoprite l'interno della base (compresi i bordi), con la salsa mou. A questo punto versate la namelaka nel guscio e riponete la vostra crostata senza cottura in frigo per almeno 5 ore, in modo da permettere alla crema di solidificarsi completamente.

Una volta che la crema è ben ferma potete procedere decorando a piacere con la mousse al cioccolato, e riporre la vostra crostata senza cottura in frigo fino al momento del servizio.

Se come me optate per aggiungere piccole decorazioni di zucchero ricordate di metterle sulla torta poco prima di servirla, altrimenti rischiano di rovinarsi per l'umidità. Buona cucina a tutti!